Tu sei qui

Zucca in agrodolce

 

Zucca in agrodolce 

 

Questa Ricetta è della mia amica Camilla , Siamo cresciute insieme e con noi la passione per la cucina per gli ingredienti naturali e sani , ognuna ha seguito la sua passione in modo diverso , lei oggi fa la chef conduce un suo programma in tv per il gambero rosso Channel , sono sicura che l’avete vista anche voi , e vi abbia deliziati con le sue ricette buone ma salutari , io invece mi sono trasferita qui in toscana prodico vino e olio e cerco di proporre ai nostri ospiti sempre piatti succulenti con prodotti di stagione, ma poi vi racconterò come mai sono qui ora.

 

Quando mi viene a trovare , passiamo tantissimo tempo in cucina, molte volte viene a fare lezioni di cucina speciali per i nostri ospiti , altre organizziamo week end a tema "cibo",gare di cucina a squadre e tante altre cose divertenti , ma qui vi volevo raccontare di una delle sue specialità i chutney, cioe salse agrodolci per accompagnarla alle carne ai formaggi , una ricetta facile e veloce , con la zucca protagonista del nostro autunno:

 

Gli ingredienti

600 gr di zucca
200 gr di zucchero semolato
aceto bianco
500 gr zenzero
sale

 

 
Tagliare e pulire la zucca tagliarla a dadini e tuffarla nell'acqua. Appena si alzerà il bollore, dopo 5 minuti, levarla dall'acqua e porla su un canovaccio.   
 
Levare l'acqua e asciugare la pentola e mettere lo zucchero, l'aceto e la radice di zenzero pulita e schiacciata con uno spremi aglio, alzare un po' il fuoco, tuffarvi nuovamente la zucca e sobollire dolcemente.  

Chiudere con il coperchio ma non del tutto, occorreranno circa 25 minuti. Scolarla e porla nei vasi già sterilizzati e versarvi sopra il suo liquido filtrandolo con un colino.
 
La zucca deve rimanere sommersa per almeno due cm, deve rimanere sommersa dalla marinata. Se cosiì non fosse, aggiungere altro aceto bollito senza aggiunta di zucchero, pulire bene il bordo e chiudere ermeticamente il vaso ponendolo in un luogo buio e fresco ed areato.

La preparazione rimarrà inalterata per un paio di mesi con queste condizioni ambientali. È un buon contorno per carni bollite e per accompagnare formaggi stagionati o meno